La storia

La storia della "Coltelleria Massari", questo è il nome che da sempre la identifica, ha inizio in una verdissima valle del Trentino: la Val Rendena, sita nel Parco Naturale Adamello Brenta.
A quei tempi la natura del luogo non permetteva che l'allevamento di poco bestiame, una risibile agricoltura e con il solo legname dei boschi la vita era dura e la povertà latente. Ma i rudi uomini di montagna del luogo, abili taglialegna, erano accomunati dall'abilita' di affilare attrezzi, attività curata nel particolare, che verso la fine del 1800 venne da loro svolta in mezzo mondo, emigrando soprattutto in Nord America e Centro Europa.
Ed e' proprio dalla Val Rendena, definita anche "valle degli arrotini", che Marziale e Luigi Massari si trasferirono a Norimberga, in Germania, avviando già ai primi del 1900 fiorente attività.
Le guerre lasciarono sul campo negozi distrutti ma tenacemente ricostruiti e frequenti furono i ritorni in valle delle famiglie.
Di generazione in generazione, l'attività prosegue per cui da Marziale e Luigi Massari a Silvio Massari, si giunge ai fratelli Giuseppe e Vittore fondatori dell'attuale Coltelleria Massari.
Da garzone in Germania il primo ed in centro Italia il secondo, si trovano entrambi presso parenti arrotini a Torino. Le tasche sono vuote ma la voglia di fare da soli è tanta e partendo da Torino, nel lontano 1950, aprono un modesto laboratorio di affilatura a San Damiano d'Asti.
Le loro capacita' vengono ben presto apprezzate ed ecco che nel 1954 si trasferiscono nella centrale Piazza Alfieri di Asti.
L'attività di affilatura viene affiancata da una piccola bottega di coltelli, forbici, ferri da taglio ed articoli da barbieri, per estendersi alle posate in acciaio ed al vasellame inossidabile.
Nel 1968 il locale viene ampliato, sempre sotto i portici Anfossi, e compaiono nelle nuove vetrine pentolame, attrezzi per la cucina e casalinghi vari.
Verso la fine degli anni '70, l'ingresso nell'attività dei loro figli Marco, Anita, Mario e Silvano, porta alla commercializzazione di porcellane e cristallerie ed allo sviluppo della Lista Nozze...ma la vecchia mola continua a girare nel retro del negozio.
Cavallo di battaglia negli anni '80, la Lista Nozze richiede assortimenti e spazi sempre più ampi ed ecco che nel 1991 questo settore emigra poco più in la, nell'attuale sede di Via Garibaldi.
Nel 1995 il negozio di Via Garibaldi viene ulteriormente ampliato per estendere la vendita ad oggetti per l'arredo e l'addobbo della casa. In seguito le nuove tendenze della moda portano ad un continuo e vorticoso rinnovo delle proposte orientate anche verso oggetti per l'ornamento della persona, per i quali nel 2003 viene allestito uno spazio dedicato.
Il seguito è storia attuale.

Asti 1955

Asti 1975

Asti 1995

Asti oggi